Disturbi del comportamento o messaggi in bottiglia?

Disturbi del comportamento o messaggi in bottiglia?

60,00

Docente: Dott.ssa Erika Ongaro – Consulente in ambito socio-sanitario, Insegnante del metodo Validation

 Destinatari: Operatori sanitari, Caregivers, Terapisti

 Durata: 6 ore

 Quando: 18, 22 Novembre 2021 dalle ore 16.00 alle 19.00

 Rivedibile in replica:

 Acquistabile con carta del docente: No

Spesso gli operatori e i caregiver delle persone affette da demenza non sanno bene come attivare una relazione con la persona malata a seguito della diagnosi, soprattutto in questo periodo di difficoltà causato dalla pandemia.
Vi sono diverse sfide per chi si prende cura di una persona fragile: non sempre si è in grado di gestire disturbi del comportamento quali aggressività, apatia, deliri.
Una risposta a tale necessità può essere data dai diversi spunti concernenti le modalità di osservazione e comprensione dei disturbi del comportamento (BPSD).
Si tratta di avere un nuovo sguardo nei confronti del comportamento messo in atto dalla persona fragile, non più quindi come una situazione problematica dovuta solo alla demenza ma una manifestazione di un disagio profondo che può essere causato da molteplici situazioni esterne.
Cambiare il punto di vista può essere un aiuto nella quotidianità.
Il corso ha il fine di gettare le basi per una riflessione che vada a creare una nuova visione dei disturbi: nella quale l’operatore non “subisce” il contesto ma è esso stesso parte attiva nell’interpretare ciò che accade.
Obiettivi:
Migliorare la propria auto-efficacia personale nella gestione dei disturbi del comportamento
Sentirsi soggetto ATTIVO nella relazione
Comprendere in modo nuovo i disturbi del comportamento
Interiorizzare il concetto di “Messaggi in bottiglia”
Apprendere nuove modalità di osservazione.
Programma
L’attività formativa proposta si articola in 8 ore, nelle quali verranno trattate le seguenti tematiche:
Definizione dei disturbi del comportamento,
Utilizzo di diverse scale di osservazione
Disturbi del comportamento o messaggi in bottiglia: cambiamo punto di vista
Le emozioni: del caregiver e dell’anziano fragile
Cause scatenanti del disagio della persona affetta da demenza
Studi di caso.
A chi è rivolto?
Il corso è rivolto a tutti coloro che si prendono cura di una persona affetta da demenza: sia caregiver formali che informali.
Metodologia didattica
Il percorso formativo avrà un taglio prevalentemente esperienziale. Anche se in modalità on-line si attiveranno esercitazioni e confronti tramite la modalità studio di caso.